Andrea Calcagnile e la poesia.

20141220_112854-464x1024

Andrea Calcagnile e la poesia.

http://www.margutte.com/?p=10551

 

 

Breve biografia.

 
Mi chiamo Andrea Calcagnile (1995), abito a Copertino (LE) e sono un artista. Mi occupo di scultura, di pittura e di poesia.
Ho sempre avuto molta dedizione attraverso l’arte, infatti già da piccolo andai a lavorare come muratore con mio padre nelle vacanze scolastiche. Non vedevo l’ora di finire la scuola e aspettavo quel magico momento con ansia.
Infatti quando arrivai all’età di 16 anni abbandonai la scuola per andare a lavorare sempre con mio padre.
Mi piaceva assai, infatti è stata una delle mie esperienze più belle ed innovative.
Un giorno mentre eravamo in un cantiere, trovai per terra dei pezzi di pietra, non so cosa successe, ma l’istinto mi spinse e mi disse di prendere una di quelle pietre e di scolpirla.
Sembra una cosa abbastanza stupida, ma fu così che iniziai a scolpire, cominciai dalle cose più piccole per poi passare alle cose più difficili ed intrapresi questo nuovo ed entusiasmante cammino.
Dopo un po’ di tempo incominciai anche ad ispirarmi e ad impararmi la pittura a olio.
Iniziai a dipingere dei ritratti da me inventati e dei ritratti già esistenti, come ad esempio i volti dei miei idoli. Dopo due mesi a partire da quando avevo fatto il mio primo quadro, partecipai ad alcune mostre collettive di scultura e di pittura nel mio paese.
Poi, all’età di 17 anni mi dedicai alla poesia, anche sempre molto appassionato di essa, ho preso spunto dalle mie esperienze di vita, sia belle che brutte, per sporcare il mio primo quaderno. Ho gareggiato a qualche concorso letterario arrivando sempre tra i primi posti ricevendo dei riconoscimenti e delle pubblicazioni sulle antologie. Ed ora sono sempre qui nel mio studio a costruire e ad evolvere la mia arte.

 

 
Tempo solitario

 

Tempo solitario
che varchi ogni punto del mondo,
varchi ogni anima,
ed una di queste vittime
sono proprio io.
Quanto vorrei che giungesse
già domani, ma non arriva,
devo aspettare e sempre aspettare
e nel frattempo qualcosa si frantuma,
forse il mio cuore o il mio spirito,
ma di sicuro il tempo in quel momento
è struggente, è lento,
è scuro di nostalgia
ed è consolatore del nulla.

Rimugino e rimugino,
navigo e navigo dentro il mio ego
al domani assai atteso,
che prima o poi arriverà,
dopo avermi divorato
e abbrutito istante dopo istante.

***

 

 

 

Speranza

 

In questi momenti mesti
attendo l’inafferrabile
e l’inesistente.
In questi momenti sconsolati
aspetto qualche rinnovamento vitale.
Voglio rompere questo specchio
sempre dinanzi a me.

In questa nera notte
mi è rimasto un piccolo auspicio.

Devo credere nel silenzio,
nel cielo, nella luna, nelle stelle
e in questo vento che mi trascina
e mi porta a pensare
a qualcosa di esistente.

Per fortuna che regni in me
mia unica amica speranza,
mi salvi e mi fai desiderare
qualche cosa bella della vita.

Credo in te speranza.

***

 

 

 

Il cielo posato in su

 

Il cielo posato in su
in eterno rimarrà
proprio come la mia famiglia.
Abbiamo logorato i giorni
tra dialoghi, momenti giocondi,
momenti uggiosi e bui.
Ma anche il cielo
a volte ha riscontrato
giorni tristi e bruti.
La mia famiglia, ha mutato
la mia anima, regalandomi
floridezza, umiltà e tanti valori.
Un giorno prima di andarmene,
potrò dire alla terra che qualcuno
al mondo mi ha amato.
Ed ora, dov’è andato quel bambino
che è divenuto grande.
Quel bambino regna nelle vostre menti,
grazie ai rammenti mia cara famiglia.
Siamo cresciuti ma mai moriremo,
noi insieme sempre rinasceremo,
anche tra altri mondi sperduti.
Il cielo posato in su ci scruta,
dono questa poesia al destino,
in modo da rincontrarci tutti lassù.
Godiamoci la nostra casa e la nostra vita,
come se fossimo ancora bambini innamorati.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s