Pasquina Filomena

 

pasquina Filomena

Pasquina Filomena

 

 

BIOGRAFIA

 

Pasquina Filomena nasce e vive a Martina Franca, ha avuto fin da bambina la passione di scrivere, questo le ha permesso di guardarsi dentro, le ha permesso di elaborare le sue sconfitte, i suoi dolori, le sue gioie. Oggi è felice di condividere le sue emozioni con tutti, dando voce alla sua anima. Leggendo le poesie di Pasquina si rimane coinvolti dai suoi stati d’animo, crede nella vita e riesce a combattere le avversità con tutta la sua solare dolcezza. Nonostante sia impegnata come madre e moglie, continua a dare voce alle sue emozioni attraverso i suoi scritti. A luglio 2011, ha pubblicato la sua prima opera “La mia storia” un romanzo autobiografico, la sua voglia di continuare senza arrendersi mai. E’ arrivata tra i primi vincitori in diversi concorsi e le sue poesie sono state inserite in diverse antologie anche internazionali.Inoltre collabora con una sua sezione “Lo Specchio Della Mia Anima” per il Tutto Sport Di Taranto e Taranto Eventi.

Si è resa partecipe di un film pugliese “PAPA GIRU AMORE E VENDETTA”, interpretando in un piccolo spazio, una poetessa dell’800.

Che dire ha tanto da dare e tanto da scoprire.

 

 

pasquina Filomena

Poesie di Pasquina Filomena

 

 

QUEL TI AMO TROPPO LONTANO

 

Quando mi sento sola
mi rifugio nel mio mondo eclissato.
Fatto di pensieri che vibrano le corde del cuore
e di parole che inseguono l’anima.
Vorrei solo tenerti per mano,
fissare i tuoi occhi alla ricerca del sorriso,
baciarti all’infinito per non perderti più.
E poterti dire ancora una volta “Ti Amo”,
quel “Ti Amo” che non giunge mai,
perché è troppo lontano.

 

 

 

LINGUAGGIO DEL CORPO

 

E’ con il linguaggio del corpo
che parlai in una sera d’estate.
Circondata da musica andalusa
e da battiti di mani.
Sospiri che echeggiavano in aria
ed occhi abbassati di pudore,
in quell’attimo
…di rosso ardore.

 

 

 

QUEL TEMPO

 

Ho perso quel tempo
che mi ha tradita.
Fatto di sole illusioni e speranze
ora gettato in un mare sconosciuto.
Quel tempo,
che però mi ha insegnato a scrivere
e a tingere il cuore
di emozioni indescrivibili.
Quel tempo,
che mai ritornerà più.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s