Poesie di Rosella LUBRANO

 

rosella

Poesie di Rosella  LUBRANO

 

 

SE SAPRAI...

 

Se saprai camminare al mio fianco
nell’ essere tu
la continuazione di me
se l’ infinito accompagnerà il nostro io
nel viverci ogni giorno
tra emozioni profumate di dolcezza
sotto un cielo stellato
se riusciremo ad essere noi
in mezzo agli altri
se la nostra forza
sarà scoprire quello che siamo
e non il fantasma
di ciò che siamo stati
se ci regaleremo l’ uno all’ altra
e il tuo corpo canterà con il mio
perchè siamo petali dello stesso fiore
Allora sarà Amore
poesia immortale di noi
nel pensiero accorato
di una vita a colori..

 

 

NATA …PER TE 

 

Sono nata per amarti,
forse sorriderai
tra le fessure dei tuoi occhi
ma ciò che provo
è come ambrosia per me
che desidero viverti,
annusarti,
inebriarmi di te,
farmi frammento
di quell’ infinito
che azzurreggia la mia anima.
Dipingiamo il cielo
dei nostri sogni
in teneri colori pastello,
siamo musica sull’ oceano,
volo di aironi
nella magia di spazi aperti
su quel tramonto
innamorato di noi.
Rincorrimi,
prendimi per mano,
vivimi
nel tuo cercarmi
come fa la notte
all’ incedere dell’ alba,
squrciando il cielo
di iridescenti sfumature,
berremo il mare
che ruggisce tra gli scogli
e ci confonderemo
con le conchiglie
increspate di emozioni.
Sono nata per essere tua
e tua sarò,
sole e luna,
luna e sole,
baciati da quell’ estasi
che ci rende unici.

 

 

SE UN GIORNO… 

 

Viaggiando nel canto degli alberi
sento un’ emozione,
una quiete impalpabile
che rasserena l’ anima mia
in un intimo silenzio.
E vagando negli atolli sperduti
dei ricordi più arcani,
un’ estasi profonda
mi soffia dentro,
è musica
nel naufragare
tra gli scogli della vita
senza mai dimenticare
ciò che è stato
e che forse sarà.
Penso a te
e vedo la luna colorarsi d’ amore,
vivendo tra fiocchi di sogni
e drappi di stelle silenti,
mi nutro della tua essenza
e se un giorno varcherai la mia porta,
sarò di nuovo tua
nell’ incanto di un infinito
che audace ci accoglie
tra le sue braccia.

 

 

NELL’ ATTESA DI TE… 

 

Nel buco nero
dei miei ricordi
fluttua l’ anima mia,
nuda di te,
meteora impazzita
di ciò che è stato
di ciò che non c’ è più
e io mi ritrovo qui,
sulla riva del mare,
a asciugare le mie piume,
come un gabbiano
che ha perso la rotta
nella tempesta.
Emozioni impalpabili
volteggiano nell’ aria
tiepida di primavera,
dove sei,
in quale nuvola ti sei nascosto ?
Pensieri accorati
spettinano la mia mente,
scruto il mare
dopo queste confessioni,
fuggendo
da quel che sono
o prima sono stata
per confondermi con l’ Universo
e lì sentire ciò che posso esprimere
nè del tutto celare
agli occhi del mondo.
Ritorna da me,
ti che sei parte del mio tutto,
di quell’ infinito
che va oltre i sensi
e arriva dritto al cuore.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s