Poesie di Anna Costa

Anna kosta

Poesie di Anna Costa

 

 

FANTASTICA EVASIONE

 

Il silenzio piacevole

sulle colline della vita

alberi uniti velate dal vento ,

il verde delle foglie

si corrugano in sorrisi .

Veste vesti squisite delicati,

pezzi di merletto di seta ;

cicatrice sulla canotta perla

un intarsio vario e complesso

di profonda consapevolezza,

di sopravvivenza solere.

Ghirlande e foglie di quercia

principalmente nitida,

assoluta la luce che disegna

addolcisce il cuore,

le stelle..

frammento di sogno.

Accogliente la luminosa

bellezza della natura

una goccia di sangue

mescolata al nostro sangue

che nessuna forza

potrà distruggere.

Fantastica evasione.

 

 

 ALLUSIONE AL PASSATO

 

Mi chiama forte la vertigine del niente ,

le palpebre si sollevino un mattino di nubi intricate ,

pallide dita si aprono un varco tra le tendine

forme fantastiche obelische e foglie di loto.

Immaginare quante mani nel silenzio della casa

avessero sfiorato,

accarezzato,

coccolato il tuo essere te ,bizzarro.

Allusione al passato .

Modi inconsueti mossi dall’orgoglio,

enfatizzano sensazione di disagio ,

il fascino della debolezza

amato e ricercato

con mestizia morale,

Passione rinvigorita

nei confronti del presente

nostalgico desiderio

colpita da un risveglio

ovattato.

 

 

AMORE CRIMINALE

 

Virile personalità

l’amore di un criminale.

Senza alibi di fantasia ,

senza sporcarsi le mani ,

solo con lo sguardo… uccidi.

Il cuore di una donna

è facile preda dell’ansia

nei giorni di unione,

sofferente cerca conforto

nel severo giudizio .

Dante conosce i gironi

nell’incavo di una mano.

mani di desiderio ,

mani di raptus selvaggio.

Sudore e sangue

laceran ferite

risucchian l’anima

al canto di un sospiro.

Amore criminale

insensibile egoista

miserabile..

TU

***

 

 

 SPERANZA D’AMORE

 

Non muore mai …

la speranza dell’amore,

matasse malinconiche

seminano tenebre .

Nel calar della notte

cuscini irrigati …

lacrime invocate ,

vivi la vita in malo spirito.

Sbocciano e sfioriscono

gli amori assenti

nell’ anima bramosa di ribellione.

Le curve labbra che parlano di amori

umori vulnerabili di giovinezza.

Cieco e muto è il sasso

di atteso Settembre,

crepuscoli ubriachi

scivolano sulla pelle

sfumature di sospiri.

…e speri .

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s