Poesie di Alma Gjini

alma-gjini

Poesie di Alma Gjini

 

 

Ma tu lo sai che prima di te

 

Ma tu lo sai che prima di te
Ero viandante tra vie affollate che m’apparivano deserte
E rattristavano il mio tempo
E corrosa dal gelo la vita mi scivolava come un singhiozzo?

Ma tu lo sai che prima di te
Perdevo pezzi per strada
E traballavo sulle ore come foglia tremula su un ramo secco
E ora sono albero che fa fronte a mille tempeste ?

Ma tu lo sai che prima di te
Ero goccia d’acqua in una brocca e ora sono onda
Che con forza trascina l’acqua
E al suono della tua risata rimbomba
Come del mare richiamo sulle sponde?

Ma tu lo sai che prima di te, l’amore rinnegai
Come sogno rimasto da qualche parte sospeso
Dentro una vita d’incertezze e silenzioso disagio?

Del tuo primo pianto ravvivò la mia anima
E l’alba m’accarezzò dolcemente come la limpidezza il cielo
Alito di vento mi soffiò vita
Illuminando il buio dei giorni prima

Ma tu lo sai, che appena ti vidi, appena t’incontrai,
Gemma preziosa nel palmo della mia mano
Seppi di aver trovato l’Amore?…

 

(c)Alma Gjini
4/09/2014

 

 

 

Dove albergano i sentimenti

 

Tra luce e buio oscillo
come un peccato
senza remissione
che non coglie l’essenza
di un anima che vaga
tra le vie brumose
dentro l’oscurità

scorrono paurose
in preda a sbiadite parole
come tra rami spogli
lacrime che hanno
il sapore della solitudine
dolorosa e perniciosa
che tocca
la ruvidità della corteccia
di un sentire desolato
che scivola sul volto
come gocce d’anima

onirica quiete
che mi rigaglia attorno
rimbombo di passi
svaniti tempo fa
come un boato vibrano
si sciolgono in lamento
nei capricci del vento
e al buio degli occhi
inchiodati nel lembo
delle non certezze

oh mio incosciente tormento
come nuvola ti aggiri
copri il mie cielo
mi avvolgi e tessi
l’umido scenario
del giorno che si ripete
e cade senza rumore
si agita, impreca
impazzito come un fiume in piena

è il silenzio mi si fa parola
le nuvole sogni di cartapesta
la luna si intestardisce
supplicando con gli occhi
il cielo a darli una mano
riannodare i fili
di un sbiadito ricordo
e colorare ogni grigio
spazio con mille colori

e il cuore che sale alle labbra
fluisce, scorre
nella giusta direzione
nel conservare i luoghi del cuore
come sede dove albergano i sentimenti…

 

(c)alma Gjini

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s