Poesie di Rada Koleva

Poesie di Rada Koleva
 
 
L’OMBRA DEL PASSATO
 
Avvolta nel manto nero di qusta notte illuminata
dal brulichìo scintillante d’oro delle candele
m’immergo nel suo calmo respiro
nella quale profondità ogni mio sospiro si perde
come le orme di quel nomade
che si è staccato dalla propria lunga carovana …
Hai scorto il volto di quella Fata Morgana
che appare dietro il velo di lacrime
dopo ogni pianto argenteo delle stelle ?
Ella arriva sempre da quelle antiche solitudini
per consolare , per colmare ogni inquietudine
che può sbilanciare questo equilibrio eterno …
Mi fermo … un’ombra pallida
di quell’oasi d’amore
che scomparve sotto un sole prepotente
che versò oro e fuoco
sul mio volto limpido e trasparente … un segno
per le fertilità future …
Chi verrà per indurre il seguito del mio cammino
per indicarmi una nuova via d’uscita ?
Forse la risposta è in questa mia poesia
appena scritta ?
 
03.04.2017
Rada Koleva – Genova
 
 
 
UN’ IMMAGINE FAVOLOSA
 
Le montagne … queste montagne
di polvere sabbiosa color oro bruciato
che occupano interamente lo spazio affanato dal caldo
sono affini una all’altra
per mettere in difficoltà ogni sguardo curioso
in cerca di scoprire i loro segreti nascosti …
Il fragore del vento , forte e sibillante , è l’unico
che raggiunge liberatamente le loro vette
per cambiare questi profili , plasmando
ogni lineamento scosceso …
La falce bianca della luna è scesa cosi in basso
che sembra pronta ad affondare
in questo mare inondato di dune e ,
di non poter proseguire più
il proprio viaggio verso l’infinito …
Hai sentito la voce delle vestigia di civiltà lontane ?
E’ il suono magico , è il canto ancestrale del deserto
che ci raggiunge col narrare di queste montagne
di polvere sabbiosa
in cui si mescolano in un insieme
passato , presente e futuro … in un’immagine
favolosa !
 
01.04.2017
Rada Koleva – Genova
 
 
 
L’ALTRO VALORE
 
Le curve morbide delle dune
dividono fermamente l’immensità sabbiosa
dall’infinito celeste …
Il deserto , affanato dal calore del sole
si veste di quel bianco inconfondibile
del chiarore accecante della luce …
Ogni passo faticoso
delle carovane interminabili
nel loro proseguire verso le loro mete precise
conduce verso una tregua provisoria
in questa sfida col tempo …
Temo che essa non avrà mai fine …
Lo sanno quelle decine di uomini
che hanno trovato il riparo
sotto la quiete fragile delle tende illuminate
da un focolare …
Lo sanno anche i dromedari , fermi
accanto a loro , facendo le sentinelle
in questo mondo minaccioso …
Il fruscìo gioioso di qualche carezza
di qualche tazza di tè ,
rappresentano il volto benevolo
della vicinanza umana … e dell’amore .
Le scintille delle fiamme nei focolari ,
innalzandosi , disperdendosi … assomigliano
ad una manciata di monete d’oro
buttata via nel vuoto …
Il prezzo della vita qui , è noto ,
ha un’altro valore …
Questo è inciso nel profondo dell’anima
di ogni nomade … che se lo porta
nel cuore …
 
09 .01 .2017
Rada Koleva – Genova
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s