Poesie di Alma Gjini

Poesie di Alma Gjini

 

A ogni crepuscolo, a ogni aurora

Cosi ti perdo nel crepuscolo
che di sospiri vive e di silenzio m’avvolge
senza udire nemmeno una parola
mentre inerme ascolto il vento
che come spillo mi punge il viso
e mi svuota l’anima

come fosse tasca
d’un tramonto d’autunno
che dal sole si spoglia e si veste
di luci soffuse che accarezzano le ore lente
e cerco – d’inventarmi il mio spazio-
di sciogliere la treccia al tempo

con gli occhi della notte che guardano curiosi
e l’eco d’un piano che suona lontano
ma m’assalgono ombre di nostalgia
come un alito di gelo
che fa rattrappire le foglie sui rami cadenti
– resto sospesa –

il dolore come il mormorio d’un ruscello
mi culla nei giorni
sfumati di grigio, intrisi d’assenza
-mi freddo le tempie- e socchiudo la porta,
mentre di me, perdo un pezzo

a ogni crepuscolo, a ogni aurora …

 

Sono diventata vecchia

C’e stato un tempo
che questo
crescendo di battiti

conchiusi dalla bruma della pioggia
nei neri cieli dell’inverno
non circoscriva tutte le mie ore

in cui di tanto in tanto
il cuore non si sentiva
quest’infisso storto

d’un corpo cullato
dalle nenie vestite d’organza
e non rimaneva

inchiodato al vorticare
d’un forte ieri
ma fuoco fatuo
in grado di spegnere ogni chimera

c’e stato un tempo
in cui anche dell’aria stringevo gli artigli
ora, sono diventata vecchia

questo sconosciuto vento
non richiama non suona
ma rimane

custode silenziosa che compare
soltanto nei miei
ombrosi remoti giardini

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s