Poesie di Alma Gjini

Poesie di Alma Gjini

 

A ogni crepuscolo, a ogni aurora

Cosi ti perdo nel crepuscolo
che di sospiri vive e di silenzio m’avvolge
senza udire nemmeno una parola 
mentre inerme ascolto il vento
che come spillo mi punge il viso
e mi svuota l’anima

come fosse tasca
d’un tramonto d’autunno
che dal sole si spoglia e si veste
di luci soffuse che accarezzano le ore lente
e cerco – d’inventarmi il mio spazio-
di sciogliere la treccia al tempo

con gli occhi della notte che guardano curiosi
e l’eco d’un piano che suona lontano
ma m’assalgono ombre di nostalgia
come un alito di gelo
che fa rattrappire le foglie sui rami cadenti
– resto sospesa –

il dolore come il mormorio d’un ruscello
mi culla nei giorni
sfumati di grigio, intrisi d’assenza
-mi freddo le tempie- e socchiudo la porta,
mentre di me, perdo un pezzo

a ogni crepuscolo, a ogni aurora …

 

***

Da poco ha iniziato l’imbrunir
tu adesso dormi
ma mi cadi sulle palpebre
dove stanco s’adagia il giorno

con il grigio copri luce
che tristemente muore
a guardare l’ignoto
si risveglia

tristezza del tramonto
dove spesso piove
con la luna cieca che stende
le sue braccia

racchiusa in uno sguardo
e al silenzio si sovrappone,
s’interroga inciampando

e come la terra il suo seme
aspetta il mattino
il farsi luce per riposare
mentre si spegne sempre un po’ .

Tu dormi adesso
il merlo a me ricorda
che lungo ancora è l’inverno
e pare che si trascini il tempo

nel riportare sotto i miei, i tuoi passi …

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s