L’utilità dei poeti / Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano

Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano
 
 
L’utilità dei poeti
 
Come l’erba di campo,
le poesie e i poeti
hanno un’utilità strana.
I versi considerati o ignorati,
attraggono o allontanano.
Dal fondo amaro delle acque,
dalle profondità dove il “tutto” respira,
i poeti vivono di abbandono,
liberi, forse inutili,
come l’erba di campo.
La chiusura crea ristagno,
le forzature creano fanghigia
e se la fluidità non si ripiglia
il putrido può trarre in inganno.
La mente, come l’acqua,
vuole trasparenza,
si sforza per ristabilire
la propria essenza.
Sui sassi, i poeti,
possono sembrare folli o pazzi,
ma sono come il seme
che vuole nascere.
La musa profonda non può tacere,
i poeti si aprono e la espellono
come intimi boccioli.
La musa è quasi sempre imperfetta
ma dominatrice.
Dal buio la luce partorisce
ed è già una consolazione,
se si liberano al vento le emozioni
e il vento non le gestisce.
Le parole liberano i poeti,
incalzano nel cuore,
sono intessute con amore,
sono emozioni danzanti,
rumori di zoccoli incesanti.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s