Un caffè con la poesia, a tu per tu con la poetessa Claudia Piccinno / Chiara Dall’Ara

Un caffè con la poesia, a tu per tu con la poetessa Claudia Piccinno

http://www.romagnauno.it/cesena/un-caffe-con-la-poesia-a-tu-per-tu-con-la-poetessa-claudia-piccinno/

È stato proprio un caffè a dare il via alla mia amicizia con la poetessa di origine leccese Claudia Piccinno, trapiantata da oltre due decenni a Bologna.

Claudia mi ha aperto la sua casa e soprattutto il suo cuore, ogni martedì, da tre anni a questa parte.

Da un semplice caffè, il rapporto è evoluto in una amicizia caratterizzata da affinità e condivisioni di tipo letterario e poetico.

Claudia è una maestra di scuola primaria, ma la sua vera passione è scrivere, in forma poetica.

I suoi versi sono rivolti alle marginalità dei nostri tempi.

Con la sua sensibilità, Claudia tocca le corde più dolenti di ognuno di noi, facendo emergere in chi la legge, la consapevolezza che la dignità umana non ha bandiera, non ha nazionalità, non dovrebbe avere ostacoli, ma essere invece riconosciuta a prescindere.

Per Claudia, l’unico ostacolo alla parità delle opportunità risiede nella mente di ciascuno di noi e si chiama pregiudizio.

Nella sua raccolta poetica “Ragnatele Cremisi”, edito da Il Cuscino di Stelle, si dipana la tematica dello stereotipo che, quando innesca un conflitto, può generare violenza e tingersi di rosso (da qui l’attributo del nome “cremisi”).

Le tematiche che Claudia predilige, sulle quali sofferma il suo sguardo, sono la malattia oncologica e psichiatrica, le condizioni dei clandestini e dei migranti, le spose bambine e i bambini soldato, l’autismo, la violenza di genere.

Molti componimenti su questi argomenti sono presenti nell’ultima raccolta “Ipotetico approdo”, edito da Mediagraf.

I libri di Claudia sono editi e tradotti in diversi paesi (Serbia, Turchia, Francia) e prossimamente anche negli Emirati Arabi.

Tutta la sua produzione poetica ha un unico obiettivo: combattere l’indifferenza, la disumanizzazione e il crescente imbarbarimento a cui assistiamo quotidianamente.

E io, degli insegnamenti disinteressati e soprattutto sinceri di Claudia, ne faccio tesoro e gliene sarò sempre riconoscente. E avrò cura della nostra amicizia.

Chiara Dall’Ara

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s