Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano

Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano
 
 
Pensieri in viaggio
 
Bevono le nuvole immaginarie
le minime barche di luce
del sole che si nasconde.
E io qui, con un piccolo raggio
fra le mani
guardo sotto il cuscino
le ultime stelle raccolte
dentro le gocce di rugiada.
Dietro il finestrino del treno,
incominciano a svegliarsi
le ombre degli uccellini
che varcano le vie dei rami.
E i miei pensieri in viaggio
sono già lontani,
prendono per il tronco le colline
e nulla hanno a che vedere
con il tempo che passa.
 
 
 
For you
 
Qui dove la nebbia solleva le cime,
un anno fa c’era la neve
inattesa tempestiva, inventava giochi
con strampallati fiochi,
ridevano nell’aria.
Ho acceso i Tre fiammiferi di Prévert
ma non c’era il tuo volto.
Allora ho confuso l’amore
con mille altri volti,
e ho semplicemente amato la vita…
La vita è un’altra vita
che abbiamo potuto vivere…
non so se è questa la vita,
se è quella…se sono tutte,
i sentimenti sono sempre gli stessi,
nessuna vita ha silenziato il mio cuore.
Lui vive nei luoghi dove sono stata,
gode della neve, della nebbia,
saluta la luce dell’universo
e festeggia come se fosse il primo giorno
“Quel che li capita!”.
 
 
 
Il peso dell’anima
 
L’anima forse ha il peso della luce,
l’alchimia della scienza del ricordo,
l’etica di colonne portanti,
l’interiorità inscindibile dei valori.
L’anima sa come fissare i colori
dei momenti più autentici.
L’anima è fatta di pioggia curativa
ed è la cosa più viva
che abita dentro il corpo.
L’anima è trasparente nelle persone leali,
si alimenta di sostanze immateriali
e di luoghi non fisici.
L’anima nasce con un proprio progetto iniziale che l’uomo può cambiare, adoperando le sue scelte.
L’anima ci predispone a comprendere ciò che è al di là del pensiero,
fra il cuore e l’anima avviene il dialogo più vero, che spesso la mente filtra se non è pronta a comprenderlo.
Non è l’anima ma la mente la responsabile della frammentazione della nostra spontaneità. La mente navigando per il mare della razionalità, esplora, una minima parte, di quel mare infinito che siamo.
Se ascoltiamo il cuore, se ascoltiamo la mente si può arrivare ad approdi diversi, soprattutto se non si è completamente interconnessi, con quel unicum centro integrale che è l’anima.
L’anima gioisce della dimensione creativa del percorso umano, forse ha il peso della musica, della frase non detta…
I sensi sono per l’anima un tempio stellato, sono pronti a cogliere lo straordinario della vita e informare l’anima, dove si correla il tutto con il Tutto.
L’anima guida il cuore attraverso percorsi di interazione e integrazione; ci fornisce la giusta chiave di lettura per l’esplorazione di noi stessi e degli altri.
 
 
 
Quel che amo
 
Amo il fiore che ricorda la memoria del seme che sboccia.
Amo l’ombra che conserva la memoria della luce.
Amo, anche, il mistero che compie nella notte il miracolo di partorire stelle.
Amo quella verità elementare contenuta nell’ala di una farfalla.
Amo quei vocaboli che sanno rompere reti per fare uscire passeri, che imparano a volare senza meta, perché immaginano nuovi orizzonti.
Amo quelle città che senza la necessità di promulgarsi aperte, aprono ai forestieri le porte.
Amo quello svalutato ultimo secondo che sa insegnare agli esperti quanto sono scarse le loro conoscenze.
Amo quel rumore di diamante rotto, che insegna che qualsiasi cosa preziosa ha punto di rottura.
Amo “il mentre” di tutti i silenzi, raccontati con un sorriso.
Amo tutte le cose iniziate alla magia, senza un manuale e senza un codice.
Amo quel piccolo spazio di vista interiore, che colpisce i miei sensi e li potenzia, così che io possa accogliere e comprendere l’invisibile, udire l’inudibile e gioire di tutto quel che si pone all’ascolto, senza fare rumore.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s