Poesie di Alma Gjini

Poesie di Alma Gjini

 

Amarci un po’, restare un poco, un attimo ancor

Si sveglierà dal sentire incapace la notte,
Quando tutto brillerà come perla del mare
E il lutto di sorrisi s’annegherà in sbocciar di petali
Inspirando d’aria in volo il tuo respiro
E mi tingerò delle tue parole e le tue mani

Com’era grande il cielo
Quando l’amore prendeva l’anima
Amarci un po’, restare un poco un attimo ancor,
un minuto in più

E ora camminerò in silenzio
Sul giglio della stessa strada, d’incanto spezzato
Ridente con labbra rassegnate
Confusa tra i lampioni come fossero
Bellissime stelle che danzano caldi
Come finestra sul mondo tutte per noi

Ora nulla rimane,
Se non il cielo dentro …

 

***

Giunge la quiete
tra i grappoli
di pensieri sparsi
che trascinano via l’assenza
insieme al grigio del inverno
che profuma d’amaro

con occhi sfuggevoli
dentro la scura notte
che scende sopra le cime
delle montagne in lontananza

e sfreccia sui cieli
a ritroso nel vento
quel linguaggio muto
che in perenne silenzio
svela i segreti del cuore

mentre una nuvola
solitaria danza
come un cigno nero
sulle ore

e con i pensieri urla
ad un’opaca Luna
impigliata dentro al pianto
che sparge nostalgia
come fosse seme

tra i venti di scogliera…

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s