Le ombre / Poesie di Sibora Huda

Poesie di Sibora Huda

 

Le ombre

*PREMI SPECIALI
Premio Associazione

Ho sognato un fantasma,
vagare in una cornice,
mi perseguita
mi lascia segni,
ma nessun segno sanguina.

Quanto dilemma in quella tela dipinta d’olio,
nella cornice
consunta dalle unghie del tempo.
Cosi tante le voci,
che mi chiamano o non so cosa fanno,
questo dipinto guardandomi mi fa versare una lacrima,
è male,
mi deride.

L’accordo tra me e la cornice
è legato con il vecchio testamento
è mai non si rompe,
mentre fantasmi mi cantano nell’orecchio,
il letto si trasforma in sepolcro,
e attendono l’ora della mezzanotte,
di fermare l’attimo
che sul mio corpo
dolorosamente canta.

Come in una nebbia
sento il loro pianto,
li ascolto che mi insultano,
sono pronti a divorarmi,
ad uccidermi,
a farmi versare sangue,
e adesso che mi sto svegliando
l’anima la sento come addormentata.

Tradotto da Valbona Jakova

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s