Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano

Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano
 
 
SMARRITA
 
Smarrita,
mi sono smarrita
e non riesco più a ritrovarmi,
dopo che perdi te stesso
qualunque cosa perdi,
non ti stupisce.
Riesco a sopravvivere
come un albero secco,
senza avere in me
né ombra né canto.
Riesco a fare dei miei giorni
giorni di circo,
permeando le mie ossa
con risate inevitabili.
Su un parallelo che mi copia,
vivo me stessa,
con ironia,
ai limiti della misericordia.
Non ricordo più il nome
con il quale rispondevo,
le mie ansie mitigate
vivono nel corpo che mi persegue,
vanno con lui come ombre,
come vanno le galline
con l’altrui covata.
 
 
 
Cartolina dai prati
 
Seduta in messo all’erba
diventerei erba
se non lo fossi già.
Come un’arca d’aromi
nella crescita acerba,
sarei frutto che già è stato frutto,
sarei un lungo sguardo,
per un radioso minuto,
che riposa negli occhi tuoi.
Sarei felice nell’errar dell’ombra,
con mente di stilla e testa sgombra
nei prati verdi quale mai,
sarei quello che ancora non hai
e che vuoi avere quando mi guardi.
 

One thought on “Poesie di Yuleisy Cruz Lezcano

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s