Annette (Wengert) Tarpley (USA) / Traduzione italiana a cura di Lucilla Trapazzo

 
Annette (Wengert) Tarpley (USA)
 
Annette (Wengert) Tarpley vive in Virginia. Di giorno lavora come infermiera e di notte con fervore scrive poesie.
I suoi 40 anni di carriera infermieristica hanno ispirato molti dei suoi versi, che includono, tra gli altri, i temi della violenza domestica, della giustizia sociale e del rispetto umano.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le sue poesie. Uno per tutti, nel 2020 ha ricevuto un certificato di apprezzamento per l’eccellenza letteraria, dalla Gujarat Sahitya Academy, in onore del 74° giorno dell’indipendenza dell’India. Annette ha partecipato e contribuito a diverse antologie. Ha fondato e amministra “The Passion of Poetry”. Il titolo del suo primo libro di poesie è “Poetry Potpourri”
 
 
La Ballata di Ned
 
Tanto tempo fa, oh così lontano, nelle profondità del Sud
viveva un uomo di nome Ned, un’anima gentile, nato con una deformità della bocca
 
Nel corso degli anni si diceva che sua madre lo proteggesse dal male
Ned cresceva accudendo la terra e gli animali, in una vecchia fattoria di campagna
 
Poi arrivò il momento di andare a scuola, fu tutta un’atmosfera di agitazione
Sua madre gli preparò il pranzo, lo accompagnò allo scuolabus e piano sussurrò: “La mamma ti vuole bene”.
 
I bambini lo derisero e lo insultarono, con cattiveria, assolutamente crudeli
Per tutto il giorno fu la vittima designata del bullismo, e nessuno fece nulla, la scuola non aveva regole per questo
 
Dopo la scuola il piccolo Ned si incamminò verso casa da solo, con le lacrime che gli scendevano sul viso
Quando finalmente fu a casa, la mamma asciugò le sue lacrime con un caldo abbraccio
 
E disse, figliolo ti ho insegnato meglio, ti comando queste parole, sei protetto da corazza
Hai il sostegno del sangue, sei figlio di Dio, non sei solo il figlio di un contadino
 
Il giorno dopo Ned andò a scuola, le spalle più dritte e un sorriso sicuro sul viso
Di fronte a tutta la classe, si avvicinò alla lavagna e cominciò a cancellare le scritte
 
Poi con il gesso ha asserito: Dio è amore, io sono amore, e il mio amore vi porgo
Lacrime cominciarono a scorrere, sui volti dei professori, sulle guance degli studenti
 
Da quel giorno, nessuno più schernì il dolce, giovane, deformato Ned
E fu benedetto da una vita piena d’amore, nella mente sempre care le parole che sua madre un giorno gli disse…
 
 
 
The Ballad of Ned
 
Long ago, and oh so far away, in the Deep throes of the south
Lived a man named Ned, a gentle soul, born with a deformity of the mouth
 
Through the years it’s been said, that his mama, sheltered him from harm
He grew up caring for the land and animals, on an old country farm
 
Then the time came, for him to go off to school, an atmosphere of unrest
His mama packed his lunch, walked him to the bus, and whispered, mama loves you best
 
The children teased and taunted him, they were mean and downright cruel
He was bullied all day, but nothing was done, the school had no set rules
 
After school he would walk home alone, tears streaming down his face
When he finally got home, mama wiped away his tears, greeting him with a warm embrace
 
She said, son I declare, I taught you better, I told you you’re covered with armor
You are protected in blood, you are a child of God, you are not merely the son of a farmer
 
The next day he went to school, he stood up taller, a confident smile on his face
He went to the front of the class, approached the chalkboard, the writings he began to erase
 
With the chalk he wrote: God is love, I am love, and my love I extend to you
Tears rushed down, the teachers face, falling down the cheeks of students too
 
From that day forward, no one bullied the sweet, young and disfigured Ned
He was blessed with a life full of love, and always remembered…the words his mother had said…
 
Annette (Wengert) Tarpley
12/1/20
 
 
 

Traduzione italiana a cura di Lucilla Trapazzo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s