Poesie di Paola Iotti

 
Poesie di Paola Iotti
 
 
***
 
Benigno è il giorno che
lento e silenzioso volge al trsmonto.
Roseo come un sazio sole rotondo
che inabissandosi
invita all’oblio.
Altri irrequieti
cattivi,
fatti di strappi e ginocchia sbucciate
indugiano testardi
su buche e aspre scarpate
come muli recalcitranti.
Per essi il pensiero
è come foglia nel vento,
si posa dapprima su tetti spioventi
poi su lastre di vetro
di alito opache.
Ma ancora mai pago
su davanzali raminghi
per morire al fine,
cadendo nel fango di viali
esausto e ancor non pago.
E notte
 
 
***
 
Mi scanso un attimo mentre il tempo si ferma.
Sciamano sorrisi vacui di memoria persa.
Un paio di tacchi, calze nere e sei pronta,
ti cali nel buio di una moralità svuotata.
Eri Madre agognata, Patria.
Ancora colonne, testimoni di ieri,
reggono attonite le macerie di oggi.
Ridi uomo tra la fretta del tempo
e pensieri di orme lasciate nell’acqua.
Così è più lieve l’ora del vivere
ma domani qualcuno desto dal torpore del sonno chiedera’ il saldo su merce disfatta.
Vergogna o riscatto,
quale delle due suonerà alla porta?
 
 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s