Poesie di Anna Cappella

 
Poesie di Anna Cappella
 
 
IL TEMPO TEMPO CHE RESTA
 
Lascio che i giorni scorrano
tra le tante imperfezioni
e i sogni si gettano
nel pozzo dei desideri.
 
Tra le orme lastricate
del passato, transito
sul selciato del tempo vigente
e sorreggo il peso dei lustri, scorgendo le rughe annidate
sul volto vissuto.
 
Tanti sono i solchi
di rimpianti trascinati
sul letto arrendevole
della coscienza;
tanti i rimorsi che si coricano
al vocio delle circostanze.
 
Porto sulle spalle il fardello
dei sogni incompiuti,
ma non violento la speranza
con l’arresa.
 
Spalanco sempre
la finestra sul vivere
e mi destreggio
tra l’attimo perso
e l’attimo atteso,
affinché all’alba di ogni dì,
possa incamminarmi,
con l’istinto di chi,
consapevolmente,
va verso il tempo che resta.
 
 
IO COME EURIDICE
 
Io, come Euridice,
mi nutro del tuo canto,
dove colgo il senso
del tuo mistero ignoto.
 
T’amo nei sospiri colmi
di battiti in levare,
e vivo la tua lirica tortuosa,
curvando sulle sillabe astruse
e planando sui versi intriganti
del tuo favellare.
 
 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s