POEZI NGA ROULA POLLARD / Traduzione italiana a cura di Albana Alia

 

Roula

POEZI NGA ROULA POLLARD

 

 

TROVAMI IN QUESTA POESIA D’AMORE

Ѐ successo, forse, quando
la luna, le benedizioni della terra,
l’intimità del sole, il profumo degli oceani,
il soffio della luce sono rimasti con noi?

È stato quando
l’intensità dei nostri sogni,
la distanza che univa i nostri sorrisi,
i ricordi in espansione oltre noi stessi,
la nostra capacità di colmare il silenzio oscuro,
il copione all’orizzonte che sostiene la nostra visione,
la tua mano che sfiora le mie labbra, la mia immaginazione,
i pensieri di benedizione fino al completamento,
le scintille di misericordia su cime di montagne sorridenti
affievolivano l’ansia, la rabbia, l’avversità, i dolori, i pregiudizi;
quando la clemenza guariva la negatività del tempo;
quando la nostra capacità di pensieri positivi aumentava
la nostra forza di crescere. La volontà splendente

Ha aperto
tutte le finestre,
tutte le porte della Terra,
quando il sole sorridente,
ha incrociato le nostre strade,
i sentieri della nostra unità perfetta,
quando le lacrime di pietra del mare si sono fermate,
la distanza tra le nostre buone sorti è stata accorciata,
quando le terre, gli oceani, i continenti si sono baciati,
quando la storia delle avversità ha avuto fine,
quando la nostra storia d’amore ha sfiorato, trasformato
e alterato la volontà incerta di un mondo indifferente

Quando forze esterne positive e pensieri angelici
hanno rimosso dalle spalle della terra le radici
di negatività, quando il conflitto si è placato,
quando le tue mani aperte mi hanno toccato al vento, realmente,
quando l’oceano del cuore ha cominciato a fluire verso la bontà
permettendo alla corrente di fresca tenerezza di colmarmi d’amore
per te-me

Quando abbiamo rimosso l’imperfezione del destino
con sincerità, ed eliminato la realtà ferita.
Ora resta con me… non come sogno
ma sempre innamorato di me.


©
Roula Pollard

 


PACE, DOVE TROVARTI

Se non mi trovi
nel tuo cuore, cercami,
inventami, percepiscimi.
Mi trovi nel cuore
di una pietra antica sensibile.
Mi trovi nel cuore della Terra,
sul suolo, sulla rugiada nel volto del mattino,
negli ingredienti biologici della Terra,
sui sentieri battuti
non percorsi dal tempo, da quando
i miei antenati scoprirono la limpidezza.

Ti trovo nella fragranza della mente,
terreno di realtà e di sogni
fiamma nel vento, al termine della tempesta,
sotto aranci e limoni fioriti,
nei frutteti di felicità delle nazioni, vera natura
nell’infinità dell’azzurro sereno,
nel cuore del giallo,  il tuo prossimo sole,
tramonto con dichiarazioni di vita, stagioni
di maturità innocente, carezza del mare senza fine,
perfezione del nuovo azzurro nell’oceano
oscurità alla ricerca di luce.

Tenendo sempre la luce della speranza nelle mie mani
per fermare nuvole ostili, ombre odiose sulla terra,
per rimuovere l’oscurità, l’immaturità dell’anima
per cancellare il dubbio, la confusione, l’odio, l’invidia
la mancanza di fiducia tra le nazioni,

ti trovo nella mia mente, nel mio cuore,
in ogni roccia, pianta, goccia di pioggia della mia anima
oltre la visione, dentro la visione,
visione che concepisco ogni giorno, quando mi inginocchio
pregando per l’Amore sulla Terra,
pregando per la Pace.

© Roula Pollard

 

MADRE MIRACOLO

Mamma, non ti ho mai fatto delle domande importanti.
Com’era
dare alla luce quattro figli
far crescere generazioni in povertà e ricchezza
affrontare il buio con coraggio
lavarci nelle acque della pazienza
per riscaldare le nostre speranze con purezza
per guidarci senza bussola nelle avversità
per pulire il mondo con la tua volontà?

Per asciugare l’inverno con le mani
per fare luce senza una lampada ad olio
per mantenere salda la tua fede attraverso i mari agitati
per nutrirci della tua determinazione come vitamine.

 Le tue mani, oro puro, mantengono la Terra.
Mamma, non ti ho mai fatto delle domande importanti
innumerevoli domande nella mia mente continuano ad assillarmi
affondando le radici, collocandoti tra realtà e finzione.
Quali idee nutrirono la tua mente, la tua speranza, i tuoi sogni?

Per rileggere i tuoi pensieri,
una donna coraggiosa dall’inizio
senza paura, dubbio, incertezza, pregiudizio
quasi divina, una contadina che ha spirato
Amore, Speranza, Fede e Luce in me.

© Roula Pollard

 


IN CERCA DI UNA TERRA

Il profumo del mare viaggia con me fin dalla nascita,
innumerevoli luoghi ho scoperto,
persone che desideravo incontrare nel tempo, incontrai.

Ma quando ti sfioro,
una voce come l’esistenza di tutti gli esseri
si innalza dalla terra,
come una casa che si affida al sole
avvicinando speranza e amore
tra suono e silenzio

Io sono lì.

Ma quando il silenzio piange in un cuore solitario
quando la fame e la distruzione affliggono il mondo,
quando l’amore è assente … conosco il posto.
Scopro ciò che fa male,
comprendo la causa del dolore.

Quando la fortuna, vestita di tristezza, cambia
direzione,
quando un’aspettativa senza voce abbandona una persona
sdraiata esausta sulla spiaggia della vita,
come una balena gonfia…

Io sono lì, insieme a te.

Quindi, stai con me stasera, come in una storia incompiuta,
toccami ancora come un cavallo al galoppo,
coprimi con la rugiada del mattino,
disegna con le tue labbra un arcobaleno nel mio cuore
illumina le mie valli ombrose di luce solare
risveglia il mio sonno con i tuoi raggi.

Fai viaggiare il mio corpo attraverso il tuo continente d’amore,
dall’intenso fuoco dei tuoi occhi, bacia il mio cuore.
Narra il percorso passionale alla mia anima!
Toccami, finché l’oscurità si esaurisce.

Annota la storia della nostra esistenza,
il motivo della nostra genesi,
spiega la sensibilità del cuore,
per narrare ai nostri discendenti
eventi che sfuggono alla loro consapevolezza.

L’amore fa ricrescere pianure e valli,
montagne, sorgenti, cascate del corpo e della mente,
l’ingresso cosmico di comprensione apre.
L’amore si estende
per capire come
l’alba partorisce l’azzurro
il mar Egeo mi restituisce il volto umano.

© Roula Pollard

CONTINENTI D’AMORE

Gli uccelli migratori
portano vastità
sulle ali.
Ballate antiche
raccontano i venti
giungendo alla riva
di una storia d’Amore

Chiedi alle correnti
nascoste del mare
alle sue grotte, le sue storie
l’immensità del mare
la sua luce, il suo colore azzurro
l’eco delle onde
per scoprire se l’amore
riempie i continenti

Sente il vento la brezza dell’amore
tra l’alba e le aspettative?

Nel continente
del destino
chiedi al tempo
della voce del sole
del silenzio delle rocce
della rotondità dei ciottoli

per rafforzare me-te con la ricchezza
dell’Amore.

© Roula Pollard

 

  

 

FIND ME IN THIS LOVE POEM

 

Did it happen when

the moon, the earth’s blessings, 

the sun’s intimacy, the scent of oceans,

the breath of light remained with us?

It was when

the intensity of our dreams,

the distance uniting our smiles,

memories expanding beyond ourselves,

our ability to bridge ignorant silence,

the script of horizon upholding our vision,

your hand touching my lips, my imagination,

thoughts of blessings growing to completion,

when sparkles of mercy on smiling mountain tops 

 diluted anxiety, anger, adversity, pain, prejudices,

when forgiveness healed  the negativity of time,

when our ability for positive thoughts increased

our strength to grow radiant will,

 

Opened

all windows,

doors on Earth,

when the sun smiling,

encountered our crossroads,

the paths of our perfect unity,

when the stony tears of the sea stopped,

the distance between our luck shortened,

when lands, oceans, continents kissed,

when the history of adversity terminated,

when our love history touched, transformed

altered the trembling will of an indifferent world,

 

When positive outer forces, angelic thoughts

removed from the shoulders of the earth the roots

of negativity, when conflict diluted itself in sugary water,

when your open hands touched me in the wind, in reality,

when the ocean of the heart opened its flow to goodness

allowing the current of fresh tenderness to fill me with love

for you-me

 

When we removed the imperfection of destiny

with sincerity, the wounded reality we deleted.

Now stay… not like a dream

but always with love for me.

 

© Roula Pollard

 

 

PEACE, WHERE TO FIND YOU

 

If you don’t find me

in your heart, search for me,

invent me, sense me.

You  find me in the heart

of ancient sensitive  stone.

You  find me in Earth’s heart,

on soil, dew on morning’s face,

in Earth’s organic ingredients,

on the trodden footpaths

un-trodden by time,  since the time

my ancestors discovered  clarity.

I find you in the fragrance of mind,

land of reality, dreams,

flame in the wind, the end at the end of storm,

under blossomed orange, lemon trees,

in the orchards of happiness of nations, true self

in the endlessness of white-blue blueness,

in the heart of yellow,  your next sun,

sunset with declarations of life, seasons

of innocent maturity, never ending sea caress,

perfection of new blueness in the ocean

darkness, searching for light.

 

Always holding the light of Hope on my hands

to terminate hostile clouds, hateful shadows on the land,

to remove darkness, the immaturity of soul,

to erase doubt, confusion, hate, envy,

lack of confidence between nations.

I find you in my mind, in my heart,

in every rock, plant, drop of rain of my soul, 

beyond the vision, inside the vision, 

vision I conceive every day, when I kneel

praying for Love on Earth,

praying for Peace.

  

© Roula Pollard

 

 

 

MOTHER MIRACLE 

 

Mother, I never asked you vital questions.

What was it like

to give birth to four children

to bring up generations in poverty and wealth

to maintain high spirits in darkness

to wash us in the waters of patience

to warm our hopes with clarity

to guide us without a compass in adversities

to spring clean the world with your will?

To dry winter with your hands

to make light without an oil lamp

to keep your faith strong through rough seas

to feed us your determination like vitamins.

 Your hands, clear gold, hold the Earth.

Mother, I never asked you vital questions

 questions countless in my mind, roll forward

 laying roots, relating to you with fact and fiction.

 What ideas fed your mind, your hope, your dreams?

To read your thoughts again, 

a brave woman from the beginning of time

without fear, doubt, uncertainty, prejudice

goddess-like, a peasant woman, who breathed

Love, Hope, Faith, and Light in me.

 

© Roula Pollard

 

  

IN SEARCH OF A LAND

 

The scent of the sea travels with me since birth,

countless places I discovered,

people I yearned to meet in time, I did meet.

 

But when I touch you,

a voice like the existence of all beings

awakens from the earth,  

like a house opening its destiny to the sun

nearing hope and love

between sound and silence

 

I am there.

 

But when silence cries into a lonely heart

when hunger and destruction afflicts the world,

when love is absent … I know the place.

I discover what hurts,

I understand the cause of pain,

When luck, dressed with sadness, changes

direction,

when a voiceless expectation leaves a person

lying on life’s beach exhausted, like a swollen

whale…

I am there, with you.

 

So, stay with me tonight, like an unfinished story,

touch me again like a galloping horse,  

cover me with morning dew,

draw with your lips a rainbow on my heart.

Brighten my shadowy valleys with your sunlight.

Awaken my sleep with your rays.

 

Travel my body through your continent of love,

by the intense flame of your eyes, kiss my heart.

Narrate the journey of passion to my soul!

Touch me, till darkness exhausts itself.

 

Chronicle the story of our existence,

the reason for our genesis,

heart’s sensitivity explain,

to narrate to our descendants

events escaping their awareness.

 

Love re-grows its plains and valleys,

mountains, springs, and waterfalls of body and mind,

the cosmic entrance of understanding opens,

love opens

to understand how

as sunrise gives birth to blueness

the Aegean sea gives me back my human face.

 

© Roula Pollard

   

 

CONTINENTS OF LOVE

 

Migratory birds

carry on your wings

Vastness.

Ancient ballads

narrate the winds

arriving at the shore

Love’s story

Ask the sea’s

hidden currents

its caves, its stories

the sea’s enormity

its light, its blueness

the waves’ echo

to reveal if love

fills continents

Does the wind sense love’s breeze

between dawn and expectation?

In the continent

of destiny

ask time

the sun’s voice

the rocks’ silence

the roundness of the pebbles

 

to strengthen me-you with the richness

of Love.

 

© Roula Pollard

Albana Alia

Traduzione italiana a cura di Albana Alia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s