Poesie di Alma Gjini

Poesie di Alma Gjini

 

Nel richiamo della tua voce

Mi sveglio ancora
nella tua voce amor mio
nel richiamo di memoria 
dove s’è fermato il ricordo
come su un davanzale

respiro il silenzio di quella luce
– a filo appeso –
tra i rami e le foglie

e tu torni, al sol del tramonto
m’accarezzi in uno sguardo
mi stringi nel petto

nel crepuscolo d’inverno
sotto i raggi di luna
mi scaldi le mani…

passiamo ore lente
ad ascoltare
ì ticchettio delle foglie cadute
che ripristinano i passi dell’andata.

Mi sveglio ancora
nel richiamo della tua voce amor mio
ma or l’estate non è che un ombra
che s’infrange sul cuore
sospesa in solitaria

tra i colori d’un ciliegio in fiore …

 

Fingo di non pensarti

Ora che é quasi scesa la notte
e s ’arrendono al tempo
le spighe di sole…

mormora la nostalgia
e la luna muta
che guarda dalla vetta

alza il capo

e si rispecchia
-quasi a voler
scoprire la sera-

nel fiore che gemma

e inizia la danza
a penzolarmi sul ramo…

come a voler contare
i passi rattrappiti
che stringono il cuore.

Ora non v’è più tempo

chiude la notte l’alba
e un’altra volta
fingo di non pensarti …

 

se baciassi la tua bocca?

E se viaggiassi addosso
al colpevole vento
in uno sfolgorio abbagliante

come mare schiumoso
che accarezza dolce
il tuo pensar su armoniche note
e sul ciglio della strada
baciassi la tua bocca?

E se lasciassi la tristezza blu
dipinta sul foglio,
in silenzio e punta di piedi
visitassi la tua anima
nel profondo innesto
che scarta i giorni?

E se ti sfiorassi
ancorata alla pelle
con niente più
che una carezza
ad ogni passo
nell’onda lontana
dove la luna si specchia

e desideri inventa
per chi si ombreggia
e giace nel volo abbracciato
dentro il respiro del cuore
che non ha detriti?

E se baciassi la tua bocca
come vento che sferza il viso
al cor che ha amato
e sgocciola sogni
come antica gioia che risorge

nel tempo da espiare,
come naufrago del nulla
sotto i piedi senza terra,
oggi, domani e domani ancora?

Anche il vento cerca il pertugio,
arranca si sperde,
ma prima o poi,
trova il suo rifugio …

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s