Sull’adulazione / Poesia di Claudia Piccinno

Poesia di Claudia Piccinno
 
 
Sull’adulazione
 
Resta sempre il sospetto
che vogliate mortificare
il mio intelletto.
 
Sono abile e allenata
a riconoscere
simile rima baciata.
 
Non si esalta alla luna
quanto compete al sole.
Non occorre giocare
con la ritrosia delle viole.
 
Quoque tu Brutus filii mii.
L’ho sempre saputo
ho solo finto
di averci creduto.
 
Sono disposta a prendervi per mano.
Chi mi ha seguito è arrivato lontano.
Ma vi prego non ingannatemi
con penna adulatrice.
 
Usate inchiostro grezzo
che la stima non ha prezzo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s