Poesie di Rada Koleva – Genova

Poesie di Rada Koleva – Genova

 

IN QUESTO MOMENTO

Quando l’anima , presa in assalto
da tutti i turbamenti
di questo mondo irrequieto, colmo
di angosce e di tanti desideri effimeri , mi allontano … così, coi piedi nudi ,
fra le dune di quei deserti
che abbondano di silenzi e di tutta la pace
del mondo…
Le onde sabbiose , disegnano le righe
di quegli antichi scritti , dove
appare la saggezza dei tempi…
Cogli occhi fissi all’orizzonte , contemplando
il connubio sacro fra la terra e il cielo ,
posso camminare svestita…senza
la protezione di quei veli
che avvolgono l’anima come le bende
avvolgono le ferite di ogni malato gravemente…
Lo so , fra un po’,
in fondo di qualche oasi troverò
la mia remota sorgente…per guarire .
Ora vorrei sentire solamente
i sussurri accoglienti
di quel vuoto salvifico, dove posso immergermi
pienamente…e lasciarmi andare
col cuore e colla mente
per toccare il respiro dell’universo…
Nell’ora del vespro , la volta celeste
si tinge con tutti i colori caldi , carezzevoli, e
la sagoma ferma di un cammello immaginario
indica la via segreta …per seguire
verso l’arrivo di un’alba nuova…purificante.
Quando l’anima , appesantita,
sprofonda nelle sabbie mosse
di un recente incerto , meglio seguire la scia
invisibile di ogni tacere rilassante
per raggiungere la propria via d’uscita…
Ecco , in questo momento , l ‘intuito,
un mio vero guardiano, me lo suscita…

 

ARRIVERANNO

Arrivano… come i veli di un velluto azzurro ,
come quel sapore salmastro, puro ,
che richiama ogni desiderio folle…loro,
le onde della mia passione dispersa
sulle sabbie assetate…
Se ne sono andate … come le lacrime
di rugiada che evaporano sotto il sole cocente.
Senza malinconia…
Senza ripensamenti…
Ora , sulla superficie umida della spiaggia , ancora intatta ,
la saggezza sprofonda… legata alla terra ,
applicando il timbro del mio vissuto…
Tutto , tutto il blu turchese, brilla
come una volta , quando mi tuffavo
tra gli abbracci della sua intimità accogliente,
pensando te… ma non torna più
quel brivido che allora mi riempiva i polmoni
per volare sulle acque seguendo gli aironi
sopra gli abissi profondi del mare…
Panta rei … nulla è come prima , e nulla può
tornare…solo le onde , nel loro ritmico cullare
che ora mi fa ricordare i tempi
in cui toccavo le vette celesti …le nuvole , decorando tutti i tuoi gesti dove mi sentivo
talmente fragile, talmente trasparente…da sentirmi animamente nuda…inerme.
Ora , cogli occhi cupi , fermi , osservo questo
mondo marino…sperando
che resterà fino alla fine nei fondali nitidi
della mia anima …come l’unico segno fedele
che sono passata da qui ,
in questa vita
come una pioggia di gioia , cancellando
ogni ricordo dolente ed ogni ferita…
Arrivano… e arriveranno sempre , anche dopo di te , anche dopo di me ,
qando non ci sarò più…quando sarai partita…

06.08.20
Rada Koleva- Genova

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s