Dea / Poesia di Yuleisy Cruz Lezcano

 
 
Dea
 
Avanza l’alba,
come canzone diviene ali,
abbraccia la notte
consumata da baci.
Sulle porte del mondo
estese vene di angeli,
aprono fiori di fuoco,
grammi diluiti di sangue.
La notte ferita langue,
chiede ancora un po’ di vita,
prega sul nido di bellezza,
dove il paesaggio fa presa,
rinasce negli occhi del cielo.
Una figura, nessun velo,
corpo di donna illuminato.
Al sorriso del giorno appena nato,
la carne trema
e il respiro si amutolisce.
Il sole profumato abbellisce
la nuda bellezza di Dea.
 
 
(Scipione Tadolini,1822-1893)
 
 
 

 

Parole: Yuleisy Cruz Lezcano

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s