BAMBOLA DI PORCELLANA / Poesie di Maria Miraglia

Poesie di Maria Miraglia

 

BAMBOLA DI PORCELLANA

Andasti via
una sera d’agosto
i raggi della luna
tingevano di chiari riflessi
i tuoi lunghi capelli scuri
mentre il mio sguardo seguiva
da lontano
la tua andatura flessuosa e familiare
svolazzava ai leggeri soffi del vento
il tuo abito sottile

Mai ti voltasti indietro
il tuo passo lento ma sicuro
verso i tuoi domani
ed io già sentivo la nostalgia
dei tuoi occhi neri
perle di mari lontani e sconosciuti
delle nostre notti d’amore
piene di promesse svanite
nell’aria dolce di una sera d’estate

Forse mi chiederò
nel tempo
se mai mi avevi veramente amato
perché volesti stare con me
per un tratto solo breve della tua vita
per lasciarmi indifferente
alla mie solitudini

Capirò mai i tuoi silenzi ?

Bella come bambola di porcellana
lontana e fredda dinnanzi
al fuoco che mi bruciava dentro
che volesti spegnere
voltando senza una parola le tue spalle
al sorgere di nuove albe insieme
e come ombra svanire

Maria Miraglia
Aug. 2018

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s