Poesie di Anna Costa

Anna kosta

Poesie di Anna Costa

 

 

FODERAMI

 

Foderami d’agosto sull’uscio di casa
l’albero di fico ancora acerbo
perde il suo lattice .
Nell’esplorare nuovi territori
sgorgan assordanti stille corallo
il dolore si specchia
con la mimica del volto ,
…te lo leggo negli occhi ,
la luce non risplende
negli occhi tuoi neri
come la tenebre notte
più nera .
Sa di rimpianto
la guerra fredda dell’amore .
Se solo avesse un pò più di cuore.
Foderami di Dicembre
di mirto e
di stelle di sole.

 

 

LADRO DI NEBBIA

E …

 

trattieni il respiro
sul filo spinato da equilibrista,
nel parco delle betulle.
La nebbia nasconde
l’orgoglio delle ferite
matasse di atterrito dolore,
un fiore appassito
fazzoletti stropicciati.
Sospiro del vento
velo dopo velo
scioglie e solleva
polvere di diamanti
ora in brina
ora in pioggia,
trafitto da una
unica stella solitaria.
Mendicante di lacrime
da libero sfogo
in un angolo cieco
e…trattieni i singhiozzi
in cerca di
ladro di nebbia.

 

 

PIANISTA

 

E oggi ,
scorre tra le dita lapis nero ,
luce orizzontale cammino
sulle righe di un pentagramma ,
incerti passi neri ,censuro
ogni nota stonata
sensibile melodia ,
come saltella-Re
sui fiori dorati
dolci e biondi
come il miele .
Traccio lineamenti
occhi tuoi neri
accumulavano ciglia ,
Do Re Mi FA-I- cade-RE
nelle tue braccia ,
beneamato amo-Re
avvolgi l’aurora
su pallido orizzonte
bocca da sogno .
Riemergi puntuale
dal-LA mia estate
sei tremito
e sudo-RE
di noi .

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s