Poesie di Rada Koleva- Genova

Poesie di Rada Koleva- Genova

 

QUALCUNO SA

In questi giorni… giorni
di catarsi
di bilancio e di valutazioni sulla vita ,
sembra che ogni serenità è andata via ,
è svanita , come quelli granelli minuscoli
di sabbia, che il vento , spietatamente
sofia per farsi una strada pulita…
L’estate, è partita… timidamente,
cauta, e meno gradita da tutti quanti
che devono fare conti con ogni male globale.
Le inquietudini salgono
con la velocità accelerata del salire
delle temperature, e quel malcontento
che oggi fa tremare
anche il mio paese piccolo, stremato
dai pesi sociali…
Il mondo , avvolto alle fasce
di ogni quarantena inevitabile, stringe i denti ,
di fronte ad ogni blocco
di fronte ad ogni follia dei vecchi dittatori,
apriori mettendo le mani
per dissociarsi, ma difficilmente
comprende il bisogno di cambiare…
Non si può più stare sui vecchi allori …
Non si può più lasciar andare
sui vecchi binari di quella inerzia sterile
che non benefica nessuno e niente…o forse
pochi privilegiati…
Nell’aria si sente il richiamo
di tutti quei giovani disaggiati
che immaginano un’altro futuro…
Un problema generalizionale o l’altro ?
È minacciata l’esistenza umana ?
Non , non mi pongo inutilmente
queste domande retoriche, ma in prova
di ragionare, cerco una risposta corretta…
La vita proietta varie occasioni diverse…
Ora , senza limitarmi più
dalle qualità dei versi , mi ritiro un po’
per pensare …
Intanto, è sempre estate…
Lasciamoci ogni tanto sognare… in questi
giorni caldi… qualcuno pur sa
di amare.

25.07.20 , Verona
Rada Koleva- Genova

 

DESTA

A casa non dormono… sono desti.
La fame ha occhi grandi , ma
non quella fame solita è
che tiene sveglia la gente ,
non sono le mancanze e il frigo vuoto
che impediscono agli uomini
di chiudere gli occhi…
È una forte carenza di giustizia , e l’abbondanza di tanti blocchi
che portano in bivio l’ntero paese…
È palese avere qualsiasi tipo di insonnie
legate ai pensieri inquietanti…
È da tanto che le strade , le piazze abbondano
dalle folle tumultuanti , dove si può sentire
il malore forte , costante…
A casa mia soggiornano le bande… varie ,
con le divise diverse , ma
tra di loro non ci sono le differenze
nello spartire ogni bottino …
E si dichiarano leggittimo proprietario
del paese… ricevuti dai regnanti,
dalle autorità e persino del papa…
La mappa dei loro tesori nascosti indica i loro
collaboratori…anche essi come loro ,
semplici criminali…
Ore ed ore , i cittadini poveri , umiliati, oppressi,
cercano di farli rimediare…inutilmente,
questi sono i veri acrobati, saltano ogni legge
nella prova di farsi salvare…
A casa mia è da giorni
che tutti tornano per le strade … parlano, suplicano, cercano qualcuno
che può ascoltare la voce delle verità lungo nascoste , ma
non sempre riescano di mantenere calma e
di trovare sostegno…
È degno ogni ragazzo o ogni anziano seduto
sul marciapiede… per protestare!
È chiaro ! Cosi non si può più andare
da nessuna parte… è talmente atroce , è talmente disumano…
Perciò gridano , chiamano, sperano
una fine lieta
per uscire da questo incubo sociale…
Credetemi , se potevo avere le ali
mi trasferivo immediatamente
per stare tra di loro…per combattere, per fare una vera guerra a questo male
che uccide il futuro dei nostri figli , e
che tiene sveglia la notte
ad ogni anima giusta ,
ad ogni anima onesta e pura…
Ne sono certa , avrei avuto
tanti seguaci… i quali senza paura potevano superare ogni ostacolo
per liberare la Bulgaria…
Ora , circondata da questa aria notturna ,
da questi umori cupi, non mi resta
che comporre colle parole
la mia vicinanza totale
ad ogni persona affamata per la giustizia e
per la libertà civile…
I vigili sono altrove…nascosti
dietro ogni sipario
sul palcoscenico delle istituzioni corrotte …
È notte … fonda !
Vorrei vedere le onde coraggiose di gente
che spazza via definitivamente tutto ciò
che avvelena ogni vita serena , e obliare…
Strano , perché sento nell’aria qualcosa
di olezzare?!
Le rose… i fiori dei nostri giardini , esse
non potrai mai dimenticare…

27.07.20 , Verona
Rada Koleva – Genova

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: