Poesie di Filomena Ciavarella

Poesie di Filomena Ciavarella

 

***

Chiara luna sei luce che impallidisce d’amore
Sei l’inarrivabile bellezza
Che nell’alba dilegua
e che mai si compie
In te l’impercettibile miracolo
del vento sonoro
va sulle soglie del sospiro invisibile
E mette miele sulle ferite
che il tramonto intreccia prima della tua silenziosa apparizione
Il tuo viso è una supplica
A filo di voce
Su calici che biancheggiano l’immobile fiamma che d’amore accende la notte più fonda.

 

***

Vorrei andare nel regno di Euridice
Per donare la partenza all’ignoto
Così bella e sovrana
per rendere densa ogni parola
Ma il sole e questo sangue mi tengono avvinghiata alla vita
come il raggio di fuoco fa con l’aria in estate
E sulla soglia del limitare del tramonto resto
con gli occhi innamorati
e la bocca spalancata
per bere tutto il mare che resta.

 

Cara lei

Il mare, il cielo e l’estasi
E il Paradiso brucia fino alle ossa
Il suo silenzio più fondo
ha ali leggere
che volano su meravigliose onde
piumate di lei, cara lei
Che avvolge e scarnifica
questa splendida estasi.

 

***

Prendi le mie mani tese
nella morte…
sante non sono
e questa nostalgia
che pace non trova…
fra le tue mani
come un ramo
nel blue.
Questi versi per la vita
sono vento,
fiori di dolore e alta marea.
Lasciali andare e
con le palme nel nulla
ascolta
il singulto del papavero
rosso,
della pietra che geme
di terra…
sentirai il sale
dell’azzurrità

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s